Guida alla demolizione

In Italia i veicoli si demoliscono da quando la circolazione è diventata un fatto di massa, molti demolitori attualmente in esercizio hanno iniziato la loro attività negli anni del dopo guerra, alcuni tra le due guerre. Fino al DPR 915/82 il settore era regolato dalle leggi del commercio, senza nessuna indicazione relativa agli impianti e alle metodologie di trattamento dei veicoli. Questa situazione ha rallentato la formazione di una coscienza di settore che solo con l’applicazione del suddetto DPR (tardi anni ’80) ha prodotto significativamente innovazioni in alcune imprese. L’evoluzione legislativa ed il crescente flusso di veicoli destinati alla dismissione ha maturato il settore e la professionalità degli operatori.

Per conoscere nel dettaglio come il tuo veicolo verrà trattato, clicca qui.

Per ridurre la tempistca circa il disbrigo delle pratiche di demolizione e radiazione del veicolo, vi suggeriamo di munirvi della seguente documentazione.

Documenti necessari per la demolizione e radiazione:

  • Libretto di circolazione
  • Foglio complementare/certificato di proprietà
  • Targhe anteriori e posteriori
  • Documento di identita’ dell’intestatario del veicolo
  • Codice fiscale dell’interessato
  • Documento di identita’ dell’intestatario del veicolo

Domande Frequenti sulla demolizione? Clicca qui

Vuoi prenotare online il ritiro del mezzo? Clicca qui

 

Inquadramento normativo comunitario e nazionale

Il settore della demolizione dei veicoli è regolamentato a livello comunitario dalla direttiva 2000/53/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 settembre 2000. Tale direttiva stabilisce misure che hanno il duplie scopo di eliminare rifiuti provenienti da veicoli a motore e componenti di veicoli giunti al termine del ciclo di vita e promuovere il riuso, il riciclaggio ed altre forme di recupero dei veicoli.

Per saperne di più, clicca qui.

REALIZZATO DA